image_print

Apre il 20 aprile lo sportello “linea internazionalizzazione plus” di Regione Lombardia.

“Linea Internazionalizzazione Plus” è la misura che finanzia programmi integrati con lo scopo di sviluppare e/o consolidare la presenza e la capacità di azione delle imprese lombarde nei mercati esteri.

Possono presentare domanda le PMI iscritte e attive al Registro imprese da almeno 24 mesi, che abbiano sede operativa in Lombardia al momento dell’erogazione dell’agevolazione.

Vengono accettati i progetti riguardanti programmi integrati di sviluppo internazionale, tesi alla creazione di un portafoglio articolato di servizi e attività per la partecipazione a iniziative finalizzate ad avviare in maniera strutturata e/o consolidare il proprio business nei mercati esteri attraverso lo sviluppo e/o il consolidamento della presenza e della capacità d’azione delle pmi.

L’agevolazione è concessa fino al 100% delle spese ammissibili di cui l’80% sotto forma di finanziamento agevolato ed il restante 20% sotto forma di contributo a fondo perduto.

Il tasso nominale annuo di interesse applicato al Finanziamento è fisso ed è pari allo 0%.

L’importo dell’Agevolazione richiedibile è compreso tra un minimo di 40.000,00 euro  e un massimo di 500.000,00 euro. La durata del finanziamento è compresa tra i 3 e i 6 anni, con un periodo di preammortamento massimo pari a 24 mesi.

Spese ammissibili

Le spese sono ammissibili dal giorno successivo alla data di invio della domanda e possono riguardare:

  1. partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi a queste correlati (affitto spazi, noleggio stand, quota di partecipazione, servizi di trasporto, servizi di interpretariato, servizi di catering e servizi assicurativi), anche in modo virtuale;
  2. istituzione temporanea all’estero (max 6 mesi) di show-room o spazi espositivi per la promozione dei prodotti o del brand sui mercati esteri, anche vetrine/esposizioni virtuali;
  3. azioni di comunicazione ed advertising per la promozione di prodotti o brand su mercati esteri (realizzazione di materiale informativo, web marketing, e sviluppo e adeguamento di siti web per mercati esteri);
  4. spese relative allo sviluppo e/o adeguamento di siti web o all’accesso a piattaforme cross border (B2B/B2C);
  5. consulenza in relazione al programma di internazionalizzazione (piani di marketing, consulenza in materia fiscale, doganale, strategica e commerciale internazionale, ricerca partner, analisi di mercato, consulenze per la definizione del progetto e per la domanda di agevolazione);
  6. spese per il conseguimento (no consulenze) di certificazioni estere per prodotti da promuovere nei paesi target (incluse le certificazioni per l’ottenimento dello status di Operatore Economico Autorizzato e delle altre figure di esportatore autorizzato previste dagli accordi di libero scambio siglati dalla UE con Paesi terzi);
  7. commissioni per eventuale garanzia fidejussoria;
  8. spese per il personale dipendente impiegato nel progetto di internazionalizzazione (max 20% delle spese ammissibili da 1 a 7);
  9. spese generali forfettarie max 7% delle spese da 1 a 8.

Il termine per la conclusione del progetto è al massimo di 15 mesi dalla data del decreto di concessione dell’incentivo e comunque non oltre il 31 marzo 2023.

Presenta la domanda

La domanda deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma Bandi online di Regione Lombardia a partire dalle ore 12.00 del 20 aprile 2021. Si consiglia di presentare domanda il giorno di apertura stesso, in quanto lo stanziamento totale pari a € 7.500.000 non coprirà tutte le richieste.

I progetti verranno valutati secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande tramite una procedura valutativa a sportello.

Per informazioni e assistenza su questa misura potete contattarci cliccando qui