image_print

Le risorse stanziate con la legge di assestamento di bilancio per il 2021 e destinate alle Pmi per l’acquisto di beni strumentali nonché sistemi hardware e software

Il Ministero dello Sviluppo economico ha rifinanziato con ulteriori 300 milioni di euro la misura “Nuova Sabatini” che ha l’obiettivo di sostenere gli investimenti produttivi delle piccole e medie imprese per l’acquisto di beni strumentali. Si tratta di risorse stanziate con la legge di assestamento di bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2021, approvata e pubblicata in Gazzetta ufficiale.

La continuità operativa della misura era stata già assicurata dal ministro Giancarlo Giorgetti con il decreto Sostegni bis attraverso lo stanziamento di 425 milioni di euro, che ha permesso lo scorso mese di luglio di riaprire lo sportello per la presentazione delle domande delle imprese. Questo duplice intervento del Mise ha quindi consentito di rifinanziare la “Nuova Sabatini” con un ammontare complessivo di risorse pari a 725 milioni di euro.

Le Pmi potranno continuare a beneficiare delle agevolazioni per l’acquisto di beni materiali (macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, attrezzature nuove di fabbrica e hardware) o immateriali (software e tecnologie digitali).

Per ricevere assistenza su questa misura potete contattarci cliccando qui