Dal 5 aprile al via con le domande di presentazione

Ripresa Sicilia è il bando con il quale si intende rafforzare la competitività del sistema imprenditoriale siciliano, stimolare il riposizionamento di settori tradizionali attraverso la concessione di agevolazioni per la realizzazione di investimenti volti a sostenere la crescita e l’innovazione, nonché di agevolare i processi di trasferimento tecnologico, sostenere ricerca e sviluppo e favorire processi di riconversione e riqualificazione di siti produttivi. Questo bando mette a disposizione finanziamenti agevolati a tasso zero e dei contributi a fondo perduto in favore delle piccole e medie imprese – sia in forma singola che con l’adesione di altre piccole e medie imprese – aventi sede legale e/o operativa in Sicilia, che abbiano la capacità di realizzare un programma di spesa in unità locali ubicate/da ubicare in Sicilia.

 A chi si rivolge

Destinatari della misura sono le Piccole e Medie imprese, sia in forma singola sia con l’adesione di altre PMI (impresa proponente con imprese aderenti) che hanno la capacità di realizzare un programma di spesa nel territorio della Regione Siciliana.

Agevolazioni

Le agevolazioni di cui al presente avviso devono consistere in una combinazione di finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto.

L’importo del contributo a fondo perduto è pari:

  • al 40% della spesa ammissibile per le piccole imprese;
  • al 30% della spesa ammissibile per le medie imprese.

La misura delle suddette agevolazioni non può superare il limite massimo del 75% della spesa ammissibile e deve rientrare entro i limiti dell’intensità massima di aiuto di cui al Reg. UE 651/2014 ed alla Carta degli aiuti a finalità regionale per l’Italia 2022-2027 (C-2021- 8655 final).

Resta in carico all’impresa beneficiaria il cofinanziamento per un importo non inferiore al 25% del programma di spesa ammissibile da immettere, ai sensi dell’art. 14, comma 14 Reg. 651/2014, tramite apporto di mezzi propri e/o finanziamento bancario ordinario e dunque “in una forma priva di qualsiasi sostegno pubblico”.

Il Finanziamento agevolato ha le seguenti caratteristiche:

  • la durata massima è pari a 12 anni, ivi compreso il periodo di preammortamento;
  • il tasso è agevolato ed è pari a zero;
  • il rimborso è in rate semestrali di uguale importo;
  • le garanzie (garanzie reali nonché garanzie personali, bancarie e assicurative) a presidio del finanziamento agevolato saranno valutate nel corso della fase istruttoria.

Le agevolazioni sono concesse nei limiti previsti dagli artt.14, comma 12, e 25 del Regolamento UE 651/2014 e non sono cumulabili con altri finanziamenti pubblici, nazionali, regionali o comunitari, per le stesse spese ammissibili.

Spese agevolabili

Sono agevolabili programmi di spesa da realizzare in unità locali ubicate/da ubicare in Sicilia riguardanti:

  • la realizzazione di una nuova unità produttiva;
  • l’ampliamento della capacità produttiva di un’unità esistente;
  • la diversificazione della produzione di un’unità produttiva esistente per nuovi prodotti (cambio ATECO);
  • la ristrutturazione di un’unità produttiva esistente per introdurre innovazioni nel processo di produzione e per migliorare il livello di efficienza, valutabili in termini di riduzione dei costi, aumento della qualità dei prodotti e/o dei processi, eventuale riduzione dell’impatto ambientale e miglioramento della sicurezza sul lavoro.

Non sono agevolabili programmi di spesa costituiti da investimenti di mera sostituzione. I progetti dovranno prevedere un programma di spesa minimo di €400 mila e massimo €5 milioni.

 Presentazione delle domande

Si possono presentare le domande dal 5 aprile 2023 al 27 aprile 2023.

Per ulteriori informazioni su questa misura potete contattarci cliccando qui o chiamando al numero 02.36538873

 

Tags: